ESAMI ABILITANTI: DOPO OLTRE 100 GIORNI IL MINISTRO BIANCHI FIRMA L’ORDINANZA

/ESAMI ABILITANTI: DOPO OLTRE 100 GIORNI IL MINISTRO BIANCHI FIRMA L’ORDINANZA

ESAMI ABILITANTI: DOPO OLTRE 100 GIORNI IL MINISTRO BIANCHI FIRMA L’ORDINANZA

2021-07-24T09:51:50+02:00 24 Luglio, 2021|News|
page1image22535072

Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici Laureati

ESAMI ABILITANTI: DOPO OLTRE 100 GIORNI IL MINISTRO BIANCHI FIRMA L’ORDINANZA La firma a poche ore dall’ultimatum degli Agrotecnici che, perdurando l’inerzia, domani avrebbero depositato denuncia in Procura

Questa mattina il Ministro Patrizio BIANCHI ha firmato l’Ordinanza che indice la sessione 2021 degli esami abilitanti alla professione di Agrotecnico ed Agrotecnico laureato, ponendo così fine ad un ritardo senza precedenti, che ha superato i 100 giorni. Negli ultimi anni infatti le Ordinanze emanate dai Ministri precedenti sono state pubblicate nella Gazzetta Ufficiale nelle seguenti date:

  • 2020 – 19 maggio
  • 2019 – 7 maggio
  • 2018 – 25 maggio
  • 2017 – 28 aprile
  • 2016 – 5 aprile
  • 2015 – 8 maggio
  • 2014 – 9 maggio

 dunque il Prof. Patrizio BIANCHI ha saputo fare peggio di tutti, tanto da costringere -dopo inutili solleciti- il Presidente del Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati Roberto ORLANDI ad inviargli una diffida (il 9 luglio scorso) e poi ad intimargli (si veda il Comunicato Stampa del 21 luglio scorso) di firmare l’Ordinanza entro il 23 luglio, cioè entro domani, a pena di denuncia penale -per omissione di atti d’ufficio-, già pronta, che domattina sarebbe stata depositata alla Procura della Repubblica di Roma, insieme ad un ricorso urgente al TAR Lazio per la nomina di un Commissario ad acta, che sostituisse nelle funzioni il Ministro inerte.

Nel frattempo sull’argomento risultano presentate anche interrogazioni parlamentari, fra cui quella degli On.li Martina LOSS (primo firmatario), Angela COLMELLERE, Sara DE ANGELIS, Cristina PATELLI, Germano RACCHELLA.

“L’indolenza ed il disinteresse del Ministro nei confronti di migliaia di giovani diplomati e laureati lascia sbigottiti -ha commentato Roberto Orlandi, Presidente nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati-; questi giovani non chiedono sussidi o “redditi di cittadinanza” di vario tipo ma solo di poter affrontare l’esame abilitante (a cio obbligati da quello stesso Stato che poi così li mortifica) che rappresenta la “porta di accesso” al mondo del lavoro autonomo, non sussidiato da denaro pubblico. Questi giovani meritano certamente più considerazione e più attenzione rispetto a quanto l’inadeguato Ministro Bianchi nell’occasione gli ha dimostrato.”

Si attende adesso di conoscere la data della pubblicazione dell’Ordinanza nella Gazzetta Ufficiale, se già domani, venerdì 23, oppure martedì 27; in ogni caso, quale che sia la data di pubblicazione, per i candidati agli esami abilitanti il 2021 sarà un anno davvero complicato, perché il termine di presentazione delle domande coinciderà con la settimana che comprende Ferragosto e si concluderà in quella seguente, inducendo molti candidati a rinunciarvi.

Roma, 22 luglio 2021